La libertà di informarsi …e dell’informazione

E’ il momento opportuno di riflettere e porsi delle domande su quanto sia libera l’informazione in Italia. In occasione della riunione della commissione trilaterale avvenuta a Roma il 15-16-17 Aprile 2016, la stampa nazionale ha mostrato ancora una volta quanto la maggior parte dei main stream siano asserviti ai poteri forti. Su internet, non si trova facilmente un articolo da parte delle principali testate giornalistiche che parlano della riunione tenutesi a Roma. Analogamente le stesse televisioni non ha dedicato un grosso spazio all’evento, se non al vergognoso messaggio di inaugurazione fatto da Mattarella. L’unica che lo ha fatto, è stata la 7 con il programma “La Gabbia”.

L’aspetto che fa riflettere, è che, il presidente della Rai Monica Maggioni sia proprio un membro delle commissione trilaterale e del club Bilderberg, così come altri giornalisti non solo italiani.

matteo-renziE’ un caso sia stata nominata lei presidente dopo l’insediamento del governo Renzi? Perché? Quale è il loro scopo? Quello di tenere sotto controllo l’informazione? Il giornalista tedesco Udo Ulfakatte, ha affermato durante una intervista: “Sono un giornalista da ormai 25 anni e mi è stato insegnato di mentire, di tradire e di non dire la verità ai lettori” (leggi l’articolo completo). Realtà o complotto?

 

A questo punto è importante sottolineare un dato. Nella classifica stilata da Report senza frontiere, l’Italia si trova nella 77 esima posizione, sotto Moldavia e Nicaragua, perdendo ben 4 posizioni rispetto allo scorso anno. Ma il dato più eclatante sono le 24 posizioni perse rispetto alla classifica del 2013.

 

Stiamo vivendo una epoca di grandi cambiamenti, ma rispetto al passato abbiamo uno strumento di una forza

Democrazia e stampastraordinaria da usare, internet. Attraverso esso possiamo avere le informazioni in tempo reale, l’aspetto strabiliante è che possiamo postare le notizie. Cerchiamo di usare questo mezzo con consapevolezza per cercare di contrastare le ingiustizie che stiamo subendo costantemente, rendendole note alle varie comunità anche attraverso i social network, affinché si possa finalmente avere la “vera” versione dei fatti e non una finta realtà   come i mass media ce l’hanno sempre fatta apparire.

 

Siamo consapevoli di tutto ciò? Svegliamoci !!!

 

Lascia un commento

wpDiscuz
Inline
Inline
Vai alla barra degli strumenti