Previsioni Meteo, sempre più caldo: Aprile come Giugno, la prossima settimana i primi +35°C della stagione!

Sempre più caldo in questa primavera 2016 sull’Italia: dopo i picchi di +30°C raggiunti a più riprese nelle Regioni meridionali a fine marzo, adesso spunta all’orizzonte una nuova clamorospalermoa ipotesi di caldo prematuro eccezionale per la prossima settimana, a causa di una nuova ondata di caldo africano provocata dalla risalita sull’Italia dell’anticiclone Sub-Tropicale. Le Previsioni Meteo per i prossimi giorni sono molto altalenanti: dapprima, tra giovedì 7 e sabato 9 aprile, avremo tre giorni di maltempo con temperature in picchiata in tutto il Paese, tornerà persino la neve sui rilievi ma durerà pochi giorni.

L’altalena termica completerà il proprio “giro” quando, da domenica 10, le temperature inizieranno nuovamente a risalire in modo rapido, raggiungendo la prossima settimana picchi ben più elevati rispetto a quelli degli ultimi giorni, in cui comunque abbiamo svariate località che superano i +25°C, non solo al Sud. Al brusco calo termico dei prossimi giorni, seguirà un altrettanto repentino nuovo aumento delle temperature che la prossima settimana, tra lunedì 11 e venerdì 15, aumenteranno costantemente attestandosi su valori termici tipicamente estivi.

caldo 14 aprileSarà una grande ondata di caldo, tipica della seconda metà del mese di giugno, con temperature massime che potranno spingersi fino a +35°C al Sud e fino a +30°C in molte località del Centro. Un’avvezione tanto intensa quanto precoce rispetto al naturale percorso stagionale, al punto che non sono da escludere nuovi record di caldo mensili.

dicembre febbraio marzo

 

Inevitabile una riflessione sulla febbre del pianeta: continua a fare sempre più caldo, e iniziamo ad accorgercene anche nella quotidianità del nostro clima quotidiano. E’ da ormai quasi dieci mesi ininterrotti che in tutta l’area Euro-Mediterranea subiamo nette anomalie termiche positive. La mappa accanto, riferita al trimestre invernale dicembre 2015-febbraio 2016, testimonia l’eccezionalità di quest’anomalia non solo per intensità, con scarti dalle medie stagionali fino a +5°C per il trimestre, ma anche per estensione. Non c’è un solo angolo d’Europa con temperature inferiori rispetto alle medie del periodo.

 

 


Fonte

 

Lascia un commento

wpDiscuz
Inline
Inline
Vai alla barra degli strumenti