Primo caso di difterite in Italia? No è tutto falso, una bufala che procura solo allarmismo

Sta rimbalzando su tutti i mass media la notizia del primo caso di difterite in Italia. Scoop sensazionalistico ed inquietante, ma c’è da aver paura?

corriere_difterite
La notizia pubblicata dal Corriere della Sera

No! Si tratta soltanto dell’ultima falsa news partorita dalla disinformazione all’italiana, non c’è stato alcun caso di difterite bensì la dottoressa Maria Paola Landini del dipartimento di medicina dell’Università di Bologna, nell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna,  ha soltanto dichiarato che è riuscita ad isolare il batterio della difterite da una lesione cutanea di un suo paziente.

Cosa vuol dire? Che non c’è nessun malato di difterite! Eppure leggendo i giornali non sembra che sia andata così.

Immancabilmente arrivano gli allarmismi, cioè che ciò è accaduto per un calo delle vaccinazioni in Italia e che a breve non solo tornerà la difterite, ma anche la poliomielite.

Non si sa su quali basi Ricciardi, il presidente dell’Istituto Superiore della Sanità, tira fuori questi annunci che portano soltanto ad inquietudine.

Ci sono stati casi di difterite in Italia? No
Ci sono stati casi di poliomielite in Italia? No
L’immunità per effetto gregge è a rischio? No, visto che è garantita con l’86% di copertura vaccinale mentre siamo abbondantemente sopra il 90% sul territorio italiano.

ansa_difterite
La notizia pubblicata dall’ANSA

Allora perché drammatizzare se non c’è nessun rischio? Bella domanda! E a noi qualche risposta viene anche in mente, ma essendo per ora soltanto supposizioni preferiamo non esporci.

In ogni caso viene da domandarsi: è comunque un allarme che sia stato trovato il batterio della difterite anche se non vi è nessuna persona infettata?
La risposta continua ad essere no. Il fatto che non ci sia stato nessun caso di difterite non implica che il batterio sia estinto e fin quando non vi sarà l’evidenza di un nuovo contagio non ha senso allarmarsi per nulla.

La difterite non è nata ieri, è un batterio che esiste da sempre, i primi cenni alla difterite sono riportati nel Talmud, poi in seguito da Ippocrate ed altri antichi studiosi di medicina.

Non possiamo illuderci che un batterio scompaia dalla terra semplicemente perchè non vi sono più persone che contraggono la malattia, quindi in sostanza non solo non c’è nessun allarme, ma neanche nessuna notizia in sé riguardo la difterite.

Ma allora com’è nata la bufala?
La frase detta da Ricciardi e riportata dai quotidiani è la seguente: <<In Italia si è già verificato un primo caso di insulto difterico, l’ho già detto pubblicamente, ma non posso dire dove>>.
Effettivamente si parla di insulto difterico, ovvero un attacco di difterite, cosa totalmente falsa. La notizia è stata poi riportata dall’ANSA e da lì in tutto il mondo dei mass media.

ricciardi_difterite
La pseudo smentita di Ricciardi

Dopo aver fatto esplodere il falso allarme ci si aspettava una smentita o in caso delle scuse da parte di Ricciardi, il quale ha solo scritto su Twitter che non si tratta di malattia, ma di nodulo difterico. Insomma se si tratta di una smentita è davvero uscita male!

Precisa che c’è stato ovviamente un contatto con il germe e comunque non demorde dal voler mettere inquietudine agli italiani ribadendo che tale germe circola in Italia.

Sono scivoloni che non dovrebbe mai prendere un Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, il quale soprattutto non dovrebbe permettersi di strumentalizzare una frase detta da una dottoressa in una assemblea regionale per procurare sadici allarmismi.

Aspettiamo con ansia che si faccia chiarezza sulla dichiarazione rilasciata da Ricciardi e che i giornali pubblichino una rettifica della notizia.

Lascia un commento

wpDiscuz
Inline
Inline
Vai alla barra degli strumenti